Michele Roccotelli è nato a Minervino Murge.
A Bari ha seguito gli studi artistici, che ha perfezionato a Roma. Iscritto alla facoltà di Architettura ha rivolto ben presto i suoi interessi alla pittura e all’insegnamento. Ha cominciato ad esporre nel 1968 e da allora ha allestito numerosissime personali. Presente in prestigiose rassegne nazionali e fiere d’arte contemporanea: Arte Fiera di Bologna, Arte Roma, Fiere di Bergamo, Padova, Carpi, Miarte ecc., e a tutte le edizioni dell’Expo-Arte di Bari, sempre ospitato da prestigiose gallerie italiane, a partire dallo Spazio Giovane, con segnalazioni della Galleria Marescalchi di Bologna nel 1982, successivamente negli spazi espositivi dell’Ariete, della Galleria Ghelfi di Verona e Montecatini nelle quali espone in permanenza da circa trenta anni. Stringe amicizia con Franco Solmi, che lo presenta in cataloghi e monografie per mostre nelle più importanti città italiane ed estere. Nel 1985 espone a Bruxelles e ad Ottawa nel 1988, per una personale organizzata dall’Università e Scuola d’Arte canadesi. Nel 1989 è a Celle in Germania, nella galleria Halbach dove esporrà costantemente. Nel 1995 sue opere di grande dimensione sono all’Intercontinental Galerie di Vienna e a Jouxtens, Svizzera. Espone in permanenza anche nella galleria “Maringer” di St. Pòolten, Vienna. Nella Spartkasse Gallerie di Munchen, nel 1996, tiene una prestigiosa personale di 50 grandi opere. Gli assessorati alla cultura di città italiane lo convocano per personali e retrospettive quale significativo rappresentante della pittura locale. Sue personali vengono organizzate nel castello svevo di Barletta nel 1990, nella chiesa delle Monacelle ad Ostuni e nella chiesa galleria di S. Giorgeto a Verona. Opera nel 1997 con la Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici della Basilicata nell’ambito del Festival della Terra delle Gravine. Partecipa alle Biennali d’arte più volte insignito di importanti premi. Si dedica attivamente alla ceramica prendendo spunto dalle forme e tecniche pugliesi per nuove invenzioni. Alberto Bevilacqua gli presenta una serie di serigrafie acquerellate in cartella-cofanetto edito da Bugatti di Ancona. Illustra libri di narrativa per noti scrittori, fa parte della Myle Art, esegue lavori pubblici per hall di alberghi, ospedali, palestre. È sempre presente, in qualità di espositore ed animatore, negli spazi aperti all’arte della Fiera del Levante di Bari, curati da Ester Milano. Nel 1999 l’Assessorato alla Cultura della Regione Campania ha patrocinato la sua mostra “paesaggi a confronto”, coordinata dal Centro Studi “La Fayette” e organizzata nelle sale espositive della prestigiosa Villa Campolieto di Ercolano. Nel 2002 è a Roma nel Palazzo Margutta e a Napoli nella chiesa di S. Severo al Pendino. Ancora all’estero: Jubilaums austellung in Celle, Amburgo a cura di Ute Halbach; Kultur im Schloss Seefed a cura di Gianna Pacherà; Art Miami Beach alla International Art Exposition a cura di Giorgio Ghelfi, a Dresden e Cottbus le opere sul “Mediterraneo” in occasione del Festival del Cinema dell’Est, nell’ottobre del 2001 nell’Ari’s Gallerie di Kupferzell, Stoccarda, nel marzo 2002 e febbraio 2004 e in gallerie private di Augsburg, Germania nel gennaio 2003 e 2004. Nel 2005 è a Taranto nella prestigiosa galleria “Margherita”, a Bari nel Fortino con la scenografica esposizione e a Catanzaro in “Anime Mediterranee”, personale voluta dall’associazione culturale “Hakepa” con patrocino della Regione, Provincia, Comune e dell’Università di Catanzaro.

AutoritrattoDopo la mostra a Città di Castello segue un’itinerante da Bari a Bagheria e Pienza, curata dall’Associazione Culturale “World Arts” di Bari. E’ premiato alla carriera per l’arte “Rosa Marina” 2005. Nello stesso anno partecipa con la galleria Memoli Arte Contemporanea a diverse fiere nazionali; è a Milano Malpensa per la relativa mostra alla galleria di Busto Arstizio. A Napoli al Ramo d’Oro è ospite di Vincenzo Montella ed è invitato nella elegante Villa Savonarola dal Comune di Portici con la presentazione di Yvonne Carbonaro, quindi nella Cittadella della cultura di Bari. In Germania si riapre, da Halbach, una interessante personale e con Giuseppe Benvenuto stabilisce un ottimo rapporto, che sfocia nella realizzazione di innumerevoli mostre culturali a Foggia e in Capitanata: Chiostro di Santa Chiara a Manfredonia, Museo e Castello di Vieste ecc. Ritoma a Roma nel 2007 al palazzo Margutta con ‘ il Mondo dell’Arte’, mentre a Bari è seguito dalla galleria Frida Arte, che gli organizza le personali negli spazi di piazza Massari e comunali di provincia e nella Banca Apulia di corso Vittorio Emanuele. Nel 2008 la Domus Artis apre una prestigiosa mostra nella ‘Chimaera Yacht Zone’ della marina di Capri e nel Museo Provinciale Campano vengono esposti i suoi dipinti con le Mater Matute romane.
Infine è a Ivrea e a Torino per una interessanti personale organizzata dall’amico Beppe Cialdella nella chiesa di Santa Marta, mentre numerosissime opere abbelliscono gli spazi della confcommercio di Foggia per tutto il 2009 e 2010; nel 2011 torna all’estero da Maringer e da Halbach con le sue ultime opere e in Croazia a Veli Losinj e nel Museo nazionale di Korcula. Passa di mostra in mostra da Agrigento a Ivrea, da Bari a Roma, da Torino e Milano a Napoli fermandosi a Lamezia Terme seguito dal Centro d’Arte Moderna e dalla Galleria 17°C. A Milano espone nella Galleria ArteCultura, nel quartiere Brera, seguito da Martucci nel 2012 e ancora nel maggio 2013. Nella Sala del Colonnato nel Palazzo della Provincia di Bari, la sua mostra viene presentata dal giornalista Lino Patruno. A giugno 2013 invitato dall’on. Silvestris è presente con una personale nel palazzo del Parlamento Europeo a Bruxelles. Alla fine di agosto 2013 è di nuovo in Croazia a Veli Losinj e in settembre presso la Fiera del Levante di Bari. Nella settecentesca Villa Bruno a San Giorgio a Cremano è seguito da Yvonne Carbonaro curatrice anche della prestigiosa personale “Medi-terraneo- mare in mezzo alle terre” nelle grandi Sale Espositive del Castel dell’Ovo di Napoli a gennaio 2013 con il patrocinio del Comune di Napoli- Assessorato alla Cultura. Nell’isola di Capri riscuote vivo successo nel Chiostro di San Nicola l’evento espositivo sempre curato dal critico d’arte Yvonne Carbonaro e patrocinato dall’Assessorato alla Cultura di Anacapri nell’agosto 2012 con “Fascinazione di Capri” e nell’agosto 2013 con “L’Isola dei Faraglioni”.